NOVITÀ DEL SETTORE

Per essere sempre aggiornato sul mondo delle auto!

Liberalizzazioni e auto nuova rivoluzione in arrivo

Non smette di stupire il decreto sulle liberalizzazioni: con una serie di emendamenti last minute arrivano importanti novità. Prima fra tutte quella che mette un freno alle diffusissime truffe sui colpi di frusta: "in caso di incidente stradale - si legge nel documento - le lesioni di lieve entità, che non siano suscettibili di accertamento clinico strumentale obiettivo, non potranno dar luogo a risarcimento per danno biologico permanente".

Non solo: chi viaggia senza assicurazione auto dovrà fare i conti con le forze dell'ordine perché dopo che si è iscritti nell'apposito registro dei veicoli che non risultano coperti dall'assicurazione per la responsabilità civile, si hanno 15 giorni di tempo per regolarizzare la propria posizione.
Trascorso il termine "l'elenco di coloro che non hanno regolarizzato la propria posizione viene messo a disposizione delle forze di polizia e delle prefetture".

E nello stesso senso va anche la novità che introduce la consegna - solo per via telematica, attraverso l'utilizzo delle banche dati elettroniche, del tagliando di assicurazione, ulteriore freno alle truffe. E quella che prevede l'inserimento di una banca dati anagrafe dei testimoni e una banca dati anagrafe danneggiati nei computer delle assicurazioni.

E' stata invece stralciata la norma che prevedeva che le assicurazioni rimborsassero solo il 30% se i lavori di riparazione dell'auto danneggiata venivano fatte in una carrozzeria qualsiasi, e non in una convenzionata. Una buona notizia

per i piccoli artigiani ma una pessima per chi lotta contro le truffe perché si torna di nuovo in una situazione di totale assenza di ogni possibile controllo sul lavoro dei carrozzieri da parte delle compagnie. Quelle che liquidano il danno e che poi vengono truffate.